Avvisi

Rilascio Carta d'Identità Elettronica C.I.E.

Pubblicata il: 30 gennaio 2018

Si avvisano i cittadini che entro Il 01.02.2018 il Comune di Laterza sarà abilitato all’emissione della nuova Carta d’identità Elettronica (C. I. E.).

Introdotta dall’art.10,comma 3 del D.L. 78/2015 recante “Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali”, convertito dalla legge 6 agosto 2015 n.125, la carta d’identità elettronica (C.I.E), con funzioni di identificazione del cittadino, è finalizzata ad incrementare i livelli di sicurezza dell’intero sistema di emissione (anticlonazione e anticontraffazione in materia di documenti elettronici).

La C.I.E. è un documento di riconoscimento con le dimensioni di una carta di credito, dotato di sofisticati elementi di sicurezza che consentono di identificare il titolare tanto sul territorio nazionale quanto all’estero, che potrà essere utilizzato anche per accedere ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni (pagamenti elettronici di multe, bollette, bolli auto, ticket sanitari).

 Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate fino all’emissione della CIE  mantengono la propria validità fino alla scadenza.

La Carta di identità elettronica deve essere richiesta presso il proprio Comune di residenza ma viene rilasciata dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato .

Il documento può essere richiesto in qualsiasi momento e la sua durata varia secondo le fasce d’età di appartenenza. Nel dettaglio:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni. 

IMPORTI DI PAGAMENTO:

Prima di avviare la pratica di rilascio della carta di identità elettronica, il cittadino dovrà provvedere al versamento dell’importo sotto indicato:

  • per il primo rilascio euro 22,21 (di cui €. 16,79 costo CIE, comprensivi di spese di spedizione e la rimanente somma per diritti fissi e di segreteria)
  • per smarrimento / deterioramento euro 27,37 (di cui € 16,79 costo CIE, comprensivi di spese di spedizione e la rimanente somma per diritti fissi e di segreteria ).

Il cittadino si presenterà presso gli uffici comunali munito di:

  • foto tessera,in formato cartaceo;
  • tessera sanitaria o codice fiscale.

 In caso di rinnovo o deterioramento del vecchio documento, il richiedente consegnerà quest’ultimo all’operatore comunale.

Il cittadino, inoltre

  • verificherà con l’operatore comunale i dati anagrafici rilevati dall’anagrafe comunale;
  • Indicherà la modalità di ritiro del documento (consegna presso un indirizzo o ritiro in Comune):
  • procederà con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali;
  • fornirà, se lo desidera, il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi;
  • firmerà il modulo di riepilogo procedendo altresì alla verifica finale dei dati.

 Il cittadino riceverà la CIE entro sei giorni lavorativi dalla richiesta.

In caso di smarrimento o furto della CIE, il cittadino è tenuto a sporgere regolare denuncia presso le forze dell’ordine; successivamente contattando il servizio di supporto del Ministero dell’Interno, potrà richiedere l’interdizione del suo documento.

La richiesta di rinnovo dovrà essere presentata sempre presso il proprio Comune di residenza.

Per richiedere il blocco della propria CIE, occorre contattare il numero 800263388 fornendo i seguenti dati:

  • Nome
  • Cognome
  • Codice fiscale
  • Numero della CIE (se disponibile)
  • Estremi della denuncia  presentata alle forze dell’ordine.

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,00, il giovedì e martedì dalle ore 16,00 alle ore 17,30

I cittadini italiani residenti all’estero potranno, invece, richiedere la CIE all’autorità consolare competente nei casi di: primo rilascio, deterioramento, smarrimento o furto del documento.

Il Quotidiano della PA