Gemellaggio e Partenariato

 

Nel linguaggio corrente, il vocabolo “Gemellaggio” è ampiamente utilizzato per indicare i rapporti di associazionismo tra gruppi di persone, organismi, imprese ed enti che hanno finalità simili.

Quando parliamo di “Gemellaggio Europeo”, intendiamo evidenziare invece, il quadro di riferimento all’interno del quale la nostra azione si pone: quello della costruzione dell'Unione Europea su base federale, attraverso i vincoli permanenti di fraternità e di cooperazione solidale, fondati su un atto solenne sottoscritto dai rappresentanti di Comuni, Enti intermedi e Regioni a nome dei cittadini, chiamati ad essere i protagonisti degli scambi a tutti i livelli.

Esaltando l'unità nella diversità, i gemellaggi accelerano il processo di superamento di ogni genere di pregiudizio e favoriscono l’acquisizione dei comuni valori europei che concorrono, con quelli di altre civiltà, alla diffusione della solidarietà in tutti i continenti e all'affermazione della pace nel mondo.

Altra cosa è il “Partenariato”, che non prevede il coinvolgimento diretto dei cittadini, ma si rivolge agli scambi di carattere economico, culturale, turistico, sociale, ambientale ed utilizza i soggetti attivi nei vari settori.

Non esiste un prima e un dopo fra i due termini; si può arrivare al gemellaggio attraverso il partenariato in corso e viceversa. In entrambi i casi si rivelano importanti i programmi comunitari, sia per l'utilizzazione degli strumenti finanziari che per la realizzazione degli ideali di integrazione europea e di costruzione dei processi di cooperazione fra gli stati membri, soprattutto a favore dei giovani.

 

L'AICCRE

L'AICCRE è l'Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa direttamente impegnata nella realizzazione dei gemellaggi.

Il suo ruolo è quello di fare da tramite per promuovere la costruzione di una Federazione europea fondata sulle Autonomie locali, di assicurare la partecipazione e la rappresentanza degli enti locali negli organismi europei ed internazionali, di facilitare la gestione amministrativa, mediante la conoscenza reciproca e diretta delle modalità di governo locale nei vari paesi europei, di favorire la incidenza dell'integrazione europea sulla realtà locale , di facilitare l'utilizzazione degli strumenti finanziari comunitari, di promuovere gemellaggi e scambi fra enti locali di diversi paesi.

Il Comune di Laterza ha aderito all'AICCRE con delibera della G.M. n. 480 del 7 Ottobre 1994.

 

Gemellaggio Laterza - Sater

Laterza e Sater sono gemellate dal 1997. Le cerimonie di gemellaggio ufficiali sono state precedute dallo scambio culturale intercorso fra il Liceo Scientifico “G.B. Vico” di Laterza e la Klokarskolan di Sater, a seguito delle intese raggiunte durante un Convegno Internazionale sulle Pari Opportunità svoltosi a Dublino nel mese di Luglio 1995.

Gli Amministratori dei due Comuni coinvolsero i rappresentanti delle due Scuole nell’attivazione di contatti epistolari, incontri preparatori e visite ufficiali di delegazioni di studenti e docenti sia in Svezia (Sater, 16 - 28 Ottobre 1996) che in Italia (Laterza, 1 - 8 Aprile 1997).

Successivamente ed in parallelo con lo scambio culturale, le due Municipalità deliberarono le Cerimonie di Gemellaggio svoltesi il 3 Aprile 1997 a Laterza e il 27 Giugno 1997 a Sater, attraverso il “Giuramento della Fraternità Europea”.

La delegazione laertina fu composta oltre che dal Sindaco e amministratori, da funzionari comunali, docenti e studenti, da imprenditori e da rappresentanti del terzo settore.

Nell’anno 1998 fu istituito il Comitato per il Gemellaggio che organizzò, in occasione delle feste patronali (20 maggio), la visita ufficiale a Laterza di una delegazione svedese dal 16 al 23 Maggio. I rappresentanti della comunità svedese parteciparono ai festeggiamenti esibendo abiti tradizionali.

Dal 17 al 23 Settembre 2000 si svolse a Laterza una seconda visita ufficiale, finalizzata alla ripresa dei contatti fra le due comunità e alla messa a punto di alcuni proposte di intervento nel campo istituzionale, scolastico, culturale, turistico, ambientale, imprenditoriale, musicale e teatrale.

Una delegazione laertina, composta da amministratori e studenti e guidata dalla Pro Loco, ricambiò la visita ufficiale in Svezia dal29 Luglio al 7 Agosto 2002. In quella occasione, da parte delle due comunità fu siglato un documento ufficiale denominato “questioni di collaborazione” che ratificava la sottoscrizione di intese riguardanti l’educazione, l’istruzione e l’insegnamento, forme di cooperazione fra le scuole musicali dei due comuni e rapporti di informazione e collaborazione fra imprese e aziende dei vari settori ricadenti nel campo delle realtà produttive.

Sono stati gli ultimi atti ufficiali; ulteriori incontri si sono succeduti sia in Italia che in Svezia in seguito, ma sono stati liberamente organizzati da gruppi spontanei e famiglie, senza il crisma dell’ufficialità.

Troppo tempo è passato da allora e forse sarebbe necessario pensare ad una ripresa del dialogo fra le due comunità, sia a livello socio-culturale che istituzionale.

Eventi in Agenda

Il Quotidiano della PA